Recupero di un Edificio Storico e Sistemazioni Esterne a Vallo della Lucania

Restauri, Scuole/Formazione/Luoghi di lavoro

 

Dati progetto

S210

  • Tipologia:
    Scuole/Luoghi di Lavoro/Restauro
  • Anno:
    2013-2014
  • Committente:
    Comune di Vallo della Lucania (SA)
  • Prestazioni:
    Progettazione preliminare, definitiva, esecutiva
  • Progettisti:
    SAAB architettura (capogruppo)
    Arch. Marco Mazzella
    ISI Ingegneria & Sistemi Integrati
    Ing. Vincenzo Esposito
  • Dati dimensionali:
    Superficie complessiva dell’intervento 2.930 mq
    Volume lordo del fabbricato: 7.900 mc
    Superficie interna complessiva: 1.700 mq
  • Costo dell’opera
    € 4.000.000€

Il progetto prevede differenti tipologie di intervento, integrate in un unico programma: il recupero di un edificio del Centro Storico, la riqualificazione della strada e della piazza adiacente, la realizzazione di un nuovo porticato per attività commerciali e collegamenti pubblici.
L’edificio, articolato su cinque livelli, è destinato ad ospitare un complesso culturale polifunzionale finalizzato alla valorizzazione ed alla promozione turistica del territorio, parte integrante del Parco del Cilento. Le funzioni previste, tra loro indipendenti ma con spazi e collegamenti comuni, sono un Liceo Musicale, un Ostello per la Gioventù ed un Antiquarium dove saranno collocati reperti e pannelli didattici relativi ad aree archeologiche locali.
L’intervento mira a lasciare immutato l’impianto tipologico dell’edificio e conservare integralmente tutti gli ambienti ed le componenti di pregio.
La tutela dei manufatti storici non preclude però la possibilità di una progettazione puntuale “ex-novo”: il progetto assume pertanto una maggiore caratterizzazione in tutti i punti ove è necessario un intervento di adeguamento funzionale, consolidamento statico, adeguamento impiantistico e di sostituzione di componenti e finiture architettoniche, anche in funzione del risparmio energetico.
I nuovi interventi sono unificati nell’assetto planimetrico, da una matrice geometrica che nasce dalle direzioni prevalenti delle strutture portanti dell’edificio. In taluni casi, gli interventi di allestimento ed arredo, eseguiti con materiali e tecniche “a secco”, conferiscono una nuova spazialità agli ambienti esistenti, nel rispetto dei caratteri formali e materici dell’edificio. Nella scelta delle finiture sono stati privilegiati i materiali tradizionali (pietra, legno, cotto, ecc.) ed in particolare quelli legati alla cultura del luogo e del territorio.
Per l’ultimo livello in copertura, destinato ad antiquarium, si prevede un intervento più radicale ed innovativo, con la completa sostituzione del tetto e di parte delle murature perimetrali, utilizzando nuove tecnologie strutturali quali i pannelli stratificati in legno X-lamm.
La chiostrina interna è uno spazio comune a tutti i livelli, attraversato da percorsi di collegamento ed illuminato naturalmente con lucernaio in copertura. In linea con l’obiettivo complessivo dell’intervento, che mira alla promozione culturale e turistica del territorio, le pareti interne di questo ambiente saranno rivestite con un sistema di pannellature modulari con immagini legate al territorio di Vallo della Lucania e del Parco Nazionale.
Le sistemazioni esterne avranno come obiettivo prioritario quello di conferire unità e carattere allo spazio urbano, tenendo conto delle preesistenze architettoniche, dei materiali del luogo e delle esigenze della comunità locale espresse dall’Amministrazione.
La strategia di intervento si può illustrare attraverso le principali problematiche affrontate dal progetto: Il disegno delle nuove pavimentazioni, la realizzazione di una nuova quinta di chiusura della Piazza sul lato nord-est, la scelta dei materiali e degli elementi di arredo.